I 5 tecno-Sensi: come percepiamo il mondo attraverso la Tecnologia


 

 

Ecco come le Nuove Tecnologie possono sviluppare e migliorare i nostri sensi. Alcuni esempi di strumenti che cambiano il nostro modo di percepire il mondo.

 

percezione-del-mondo-tecnologie

 

Le Nuove Tecnologie possono cambiare la nostra vita in modi che a volte nemmeno immaginiamo. Come vi ho già mostrato, con gli strumenti giusti possiamo migliorare la qualità di vita e il nostro benessere.  Abbiamo visto come si sta trasformando il nostro modo di raccontarci e raccontare. Poi, abbiamo capito insieme come, grazie alla Realtà Virtuale, è possibile superare le nostre paure.

Oggi vorrei raccontarvi di particolari dispositivi in grado di porsi tra quelli che sono i nostri sensi – vista, olfatto, udito, tatto, gusto – e la realtà che ci circonda. Strumenti che riescono perfino a migliorare e potenziare la nostra percezione del mondo nella sua totalità.

Alla fine di questo articolo troverai anche una infografica riassuntiva.

 

La TecnoVista per vedere il mondo in HD

percezione-vista-tecnologiaimmagine1

 

 

 

 

 

 

 

Le particolari lenti Prizm (by Oakley) controllano la luce che arriva all’occhio e lavorano sulle singole lunghezze d’onda del colore.

(Nella prima immagine possiamo vedere la tipologia da Snowboard mentre nella seconda da Sole.)

Questa tecnologia ottica è stata pensata con l’obiettivo di permettere la percezione di dettagli difficilmente visibili ad occhio nudo, una maggiore profondità visiva ed una speciale calibrazione dei colori.

 

Ora vi starete chiedendo: “a cosa serve avere una super-vista?”

Sicuramente aumenterebbe il vostro vantaggio competitivo e migliorerebbero le vostre performance (a livello lavorativo, sportivo, ecc…).

Diminuirebbero anche i tempi di reazione ai pericoli ed agli eventuali ostacoli sul vostro percorso.

E potreste quindi vedere il mondo in HD. Il che significa scoprire particolari e dettagli mai visti prima ad ora.

 

 

Il TecnoTatto trasforma tutto ciò che tocchi in un touch screen

Tap è il dispositivo indossabile che, trasformando qualsiasi superficie in una tastiera, ci permetterà di esplorare il mondo – sia quello reale che quello digitale – con il tocco di un dito.

In questo video capirete meglio di cosa si tratta. Io non vedo già l’ora di provarlo!

 

 

Il dispositivo funziona mediante alcuni sensori che catturano e analizzano il movimento delle dita. Un tap singolo viene tradotto in vocale, mentre una combinazione di tap si trasforma in consonante.

Tecnologia Bluetooth in grado di connettersi a qualsiasi dispositivo.

Accuratezza stimata del 99% e software di scrittura predittiva costruito ad hoc.

 

I vantaggi di questa tecnologia?

Sicuramente la possibilità di vivere in modo differente il rapporto con gli ambienti intorno a noi, i materiali e le superfici.

Con questo strumento non avremo più bisogno di tenere lo sguardo “incollato” alle tastiere, con conseguente maggiore libertà di movimento e minor affaticamento visivo.

 

 

Il TecnOlfatto per sentire, scambiare e creare odori direttamente dal PC

 

percezione-olfatto-tecnologia

 

Uno degli imminenti sviluppi tecnologici prevede la possibilità di “costruire” il proprio personalissimo profumo e di scambiarsi messaggi multisensoriali tramite dispositivi elettronici.

Il dispositivo che renderà effettiva questa tecnologia, purtroppo, non è stato ancora messo a punto. Alcuni ci hanno provato, non senza qualche difficoltà.

Tecnicamente si tratterebbe di convertire le sensazioni olfattive in bit (informazioni digitali), il che non è cosa da poco!

 

Avete provato però ad immaginare il potenziale di uno strumento simile?

Tutti avrebbero la possibilità di sentire gli odori di siti web, immagini, videogiochi e film.

Il mondo del marketing farebbe un immenso passo avanti. Vi immaginate come sarebbe sentire direttamente in camera vostra l’odore di una buonissima torta di mele venduta dal negozio davanti casa? Non so voi, ma io correrei subito a comprarla.

In generale, la comunicazione digitale raggiungerebbe un livello di coinvolgimento sensoriale davvero elevato.

 

 

Il TecnoUdito per poter sentire anche il più lieve dei rumori

 

percezione-udito-tecnologia

 

L’udito è forse il senso per cui ci viene più facile immaginare un potenziamento da parte della tecnologia.

Già da tempo esistono apparecchi in grado di compensare perfino i deficit uditivi più gravi.

 

Ma a che punto siamo oggi?

Stiamo andando verso dispositivi sempre più “invisibili” per permettere una convivenza ottimale tra il proprio corpo ed il dispositivo che ci aiuta a recuperare la percezione dei suoni.

L’Intelligenza Artificiale si sta affacciando anche su questo ambito, permettendo di programmare dispositivi “intelligenti” in grado di adattarsi alle caratteristiche dell’utilizzatore.

La personalizzazione è ciò che ci permette di sentire lo strumento come parte del nostro corpo, perfettamente integrato al nostro organismo.

La ciliegina sulla torta è la funzione di integrazione con i Social Media installata su alcuni dispositivi.

Le capsule posizionate all’interno dell’orecchio sarebbero in grado di connettersi via Bluetooth a dispositivi elettronici.

Sarebbe così possibile integrare la funzione “riparativa” a quella più “divertente” data dalla possibilità di ricevere chiamate, sentire la musica o seguire lezioni online direttamente dal proprio apparecchio uditivo.

 

Il TecnoGusto che ingolosisce anche i palati più sensibili

 

percezione-gusto-tecnologia

 

Anche in questo caso ci troviamo a parlare di un settore ancora in fase di sviluppo e sperimentazione.

Quello che sicuramente possiamo osservare oggi è la continua crescita dell’associazione tra narrazione e cibo.

Anche la foto “squadrata” qui sopra richiama il Social Network che per eccellenza sta cambiando il modo di percepire e vivere il cibo che consumiamo: Instagram.

Attraverso la “lente” delle tecnologie, i nostri piatti oggi hanno bisogno di essere belli oltre che gustosi.

Devono raccontarci una storia ed essere a loro volta l’incipit di una nostra narrazione personale.

La mania (che accomuna un po’ tutti noi) di perdere tempo a fotografare prima di mangiare, è sicuramente indice di un’altra grande trasformazione che le tecnologie stanno apportando al nostro modo di vivere e percepire il mondo.

 

 

Come abbiamo potuto osservare, non tutti gli studi sono allo stesso livello. Ma sono fiduciosa, ci arriveranno!

Per ora però nessuno ci vieta di volare con la fantasia.

Ecco i tecno-Sensi riassunti in un’infografica!

 

tecno-sensi-benessere-tecnologico

 

Quale tra i 5 tecno-Sensi vorreste possedere voi? Perché?

Fatemi sapere!

 

 

Alcuni testi per approfondire gli argomenti di cui abbiamo parlato:

Intelligenza artificiale – Le basi di  K. Warwick (Autore).

Vedere le cose come sono di Searle J. R.


Informazioni su Laura Fasano

Technoblogger laureata in Psicologia per il Benessere ed esperta in Psicotecnologia. Si occupa di empowerment mediante progetti speciali con strumenti innovativi come Realtà Virtuale, Realtà Aumentata e Serious Games per sviluppare risorse, competenze, opportunità e benessere. Attraverso una prospettiva psicologica aiuta a comprendere come le nuove tecnologie influenzano i processi cognitivi e di apprendimento, estendendo le potenzialità della mente e modificando i modelli di interazione sociale e con l'ambiente. La sua mission è promuovere il "Benessere Tecnologico".

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *