Quando lo schermo ti fa stare bene: 3 requisiti per la tua salute




Considerando la quantità di ore che ogni giorno passiamo davanti allo schermo del pc, è importante conoscere le caratteristiche che il nostro monitor dovrebbe avere per garantirci benessere e salute.


benessere-tecnologico-laura-fasano-tecnolaura-philips-momentum-monitor-danni-ambiglow-luci-schermo
Display Momentum Philips 4K HDR con Ambiglow | benesseretecnologico.it

Approfitto della mia prova del monitor Momentum Philips per parlare di una tematica che mi sta molto a cuore.

Ogni giorno passiamo davvero un numero molto elevato di ore davanti allo schermo del nostro computer: per lavoro, svago, studio o per giocare ai videogames.

Per far sì che la tecnologia rappresenti effettivamente un’opportunità, prevenendo possibili danni alla nostra salute, è utile conoscere i requisiti base che dovremmo cercare acquistando un monitor.

Gli schermi sono l’interfaccia che ci permette di interagire con le tecnologie in modo diretto, sia attraverso la vista che con il tatto se consideriamo i touch screen. Non vogliamo rinunciarvi vero? Allora mettiamo in atto le giuste precauzioni: piccoli accorgimenti e attenzioni che possono migliorare notevolmente la nostra vita.

Innanzitutto… Quali sono i possibili danni?

Schiena, muscolatura, occhi e mente possono affaticarsi e risentire le lunghe ore fermi e fissi davanti al PC. Questo purtroppo non ci consente di stare in una posizione naturale e costringe gli occhi a rimanere fissi su un punto a distanza ravvicinata.

Ecco di seguito le 3 caratteristiche da considerare per vivere al meglio e senza danni le nostre ore davanti allo schermo.


Filtro Luce Blu


Le “nuove sorgenti luminose”, progettate per migliorare e facilitare la nostra vita (smartphone, computer, lampadine a risparmio energetico, ecc.), contengono una proporzione di luce blu superiore a quella a cui eravamo abituati nel passato. Questo potrebbero avere conseguenze negative per i nostri occhi (per un approfondimento più tecnico su questa tematica vi rimando qui).

Il gaming è una delle attività che, oltre al lavoro, ci fa trascorrere più tempo al pc. Se consideriamo che spesso giochiamo durante le ore serali o comunque al buio, i rischi aumentano ancora di più.

Se il nostro dispositivo lo consente, è importante attivare la modalità apposita che diminuisce i blu dello schermo, evitando di stancare gli occhi e di avere problemi di insonnia o mal di testa.



Il monitor Philips Momentum è particolarmente adatto al gaming per diversi motivi. Oltre a garantire un’esperienza immersiva grazie alle sue dimensioni ed alle luci Ambiglow (retroilluminazione smart che accompagna le immagini), la modalità LowBlue protegge gli occhi dai raggi di luce blu. Inoltre, il supporto del monitor assicura completa regolabilità ergonomica per quanto riguarda l’inclinazione (5/20 gradi) e l’altezza (110 mm).


Regolazione ergonomica


Questo ci porta al prossimo punto a cui fare attenzione. Il monitor deve essere posizionato all’incirca alla stessa altezza dei nostri occhi (con un margine di 10 cm verso l’alto o verso il basso), in modo che non rifletta la luce e lo sforzo visivo e muscolare non sia eccessivo.

Lo schermo giusto consente la regolazione dell’inclinazione e dell’altezza rispetto alla nostra posizione.


Opacità e anti-riflesso


È utile evitare schermi lucidi e riflettenti che affaticano gli occhi con riflessi e colori troppo vividi. Con uno schermo opaco si limitano eventuali problemi causati dalla luce dell’ambiente circostante e dai riflessi generati dagli oggetti nelle immediate vicinanze del nostro computer.


Lo schermo opaco evita riflessi e colori che possono affaticare gli occhi | benesseretecnologico.it

So bene che spesso stare davanti a uno schermo, grande o piccolo, significa aprirsi ad un numero infinito di possibilità informative, relazionali e di svago… Proprio per questo è sempre più importante evitare e prevenire possibili danni al nostro benessere e alla nostra salute.

Spero che questi piccoli accorgimenti vi siano utili per vivere al meglio la vostra fantastica vita digitale.




Cosa ne pensi? Commenta su Facebook!

Informazioni su Laura Fasano

Technoblogger laureata in Psicologia per il Benessere ed esperta in Psicotecnologia. Si occupa di empowerment mediante progetti speciali con strumenti innovativi come Realtà Virtuale, Realtà Aumentata e Serious Games per sviluppare risorse, competenze, opportunità e benessere. Attraverso una prospettiva psicologica aiuta a comprendere come le nuove tecnologie influenzano i processi cognitivi e di apprendimento, estendendo le potenzialità della mente e modificando i modelli di interazione sociale e con l'ambiente. La sua mission è promuovere il "Benessere Tecnologico".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.