La tua guida nel mondo virtuale
La tua guida nel mondo virtuale

Gaming, lavoro, tempo libero: c’è un monitor per ogni modo di stare al pc

Il monitor è probabilmente il dispositivo davanti al quale passiamo più tempo durante le nostre giornate. In questi mesi esploreremo il mondo degli schermi Philips, per capire quale fa davvero al caso nostro.

*Articolo in collaborazione con Philips Monitors

Vi eravate persi la news? Da settembre 2021 sono diventata Ambassador di Philips Monitor.
Durante questi mesi, su Instagram in particolare, stiamo esplorando il variegato mondo dei dispositivi con cui ci troviamo “faccia a faccia” ogni giorno.


Ne esistono di tantissimi tipi: ho avuto modo di provarne diversi, ognuno adatto a contesti ed esigenze differenti.

In questo articolo proverò a raccontarvi la mia esperienza (tranquill*, come sempre non entrerò troppo negli aspetti tecnici). Per ogni schermo potrete trovare una descrizione semplice, un riferimento per approfondire le caratteristiche tecniche e soprattutto una sezione che chiameremo “Questo monitor è adatto a te se…”. Così avrete tutte le informazioni a portata di mano per la scelta del vostro prossimo dispositivo.

Passando di qui ogni tanto, vedrete che l’articolo sarà aggiornato con nuovi monitor e approfondimenti.

Il monitor perfetto per un utilizzo standard del pc

Iniziamo dal mio preferito. Philips Momentum 4K UHD con Amibiglow: con lui è stato amore a prima vista.

Si tratta di un monitor adatto al gaming ma perfetto anche per la produttività quotidiana.
27″ è la grandezza ideale per svolgere qualsiasi attività al PC che necessiti di due finestre affiancate, entrambe visibili e comodamente utilizzabili.
Le immagini sono precise ed estremamente dettagliato con UltraClear 4K UHD.

Il display è antiriflesso e si regola in altezza e inclinazione, fattore fondamentale se vogliamo mantenere la postura migliore davanti al pc. Anche i nostri occhi sono protetti dalla LowBlue Mode che limita i danni dovuti all’esposizione alla luce blu per tempi prolungati.
È fornito di due ingressi HDMI, DisplayPort e ben 5 ingressi USB, utili per la produttività quotidiana e avere tutte le periferiche collegate direttamente allo schermo.

Ambiglow per me è il tocco finale: questa tecnologia analizza il contenuto delle immagini sullo schermo per creare un alone di luce che si adatta continuamente a colori e luminosità intorno al monitor, creando un’atmosfera molto piacevole e rilassante o estremamente coinvolgente, perfetta per il gaming.

Philips Ambiglow, come potrete immaginare, mostra il suo vero potenziale guardando film, sport o giocando (io, se devo dire la verità, lo tengo acceso sempre, anche mentre lavoro).

Questo monitor è adatto a te se…

  • Ci tieni all’ergonomia, vuoi che altezza e inclinazione ti aiutino a mantenere la giusta postura.
  • Non cerchi un monitor per l’esperienza di gaming perfetta (ti definisci casual gamer), ma per una buona esperienza quotidiana.
  • Vuoi un tocco di luce in più per creare la giusta atmosfera mentre giochi o lavori.
  • Cerchi un buon rapporto qualità prezzo.

Qui puoi trovare tutte le specifiche tecniche di questo monitor.

Se ti interessa, puoi acquistarlo qui.

Accumulo seriale di finestre aperte ed esperienza gaming immersiva

Questo è Philips Brilliance SuperWide, in tutto lo splendore dei suoi 49″.

Parola d’ordine: multitasking.

Si tratta di un display curvo che garantisce una minore distorsione dell’immagine e un campo visivo più ampio, riducendo i riflessi per un maggiore comfort visivo.

A parer mio non si tratta di un monitor per tutti per diversi motivi.

Lo spazio che occupa in primis: la postazione di lavoro, ergonomicamente, per garantirci la postura corretta, dovrebbe prevedere una distanza tra 50 e 80 cm tra il monitor e i nostri occhi. Per guardare da un estremo all’altro di questo monitor occorre un bel movimento del collo e una postazione in grado di ospitarlo comodamente.

Una cosa interessante che può fare questo monitor è controllare due diversi PC con un’unica impostazione monitor-tastiera-mouse, grazie allo switch integrato KVM MultiClient. Comodo per i dispositivi che richiedono la potenza di calcolo di due PC o la condivisione di un unico grande schermo per visualizzare le schermate di due PC.

In generale, è proprio come avere davanti due monitor da 27″ in 16:9 affiancati. Spazio a volontà senza compromettere la qualità dell’immagine: 5120 X 1440, DisplayHDR 400.

La tecnologia Flicker-free e la LowBlue Mode evitano rispettivamente che i nostri occhi percepiscano fastidiosi sfarfallii affaticandosi e che la vista venga danneggiata dai raggi dannosi della luce blu emessa dagli schermi.

A livello di connettività non manca nulla: è dotato di docking station USB di tipo C con rilascio di potenza, 6 porte USB di cui una con ricarica rapida, una DisplayPort e 3 HDMI. Il monitor semplifica le connessioni collegando tutte le periferiche.

Questo monitor è adatto a te se…

  • Sei una persona a cui piace lavorare con tante finestre aperte (su questo monitor puoi vederne 4 contemporaneamente).
  • Quando giochi cerchi un’esperienza davvero immersiva su un monitor performante.
  • Vuoi controllare diversi pc con la stessa impostazione monitor-tastiera-mouse.
  • Hai lo spazio giusto che ti consenta di mantenere la postura corretta alla scrivania.

Se vi interessa, qui potete approfondire tutte le caratteristiche tecniche.

Cliccando qui potete acquistarlo su Amazon (link affiliato).

Per ora è tutto tecnonaut*, al prossimo monitor!